Oggi alle 9:30 la Cronoscalata del Santuario

Prove concluse dopo la prima salita con i migliori riscontri di Barbaccia su Stenger, Lottini su Osella e Caristi su Fiat 128. Rotolo e Vara in prima fila tra le moderne

Concluse con una sola salita e ricognizioni della Cronoscalata del Santuario, il 5° round del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche, di cui la gara in manche unica scatterà alle 9.30 di domani, domenica 4 giugno.
La decisione di concludere le ricognizioni alla fine della prima salita, è stata presa dal Collegio dei Commissari Sportivi, visto il ritardo di quasi 2 ore col quale sono partite le prove a causa di un incendio in una campagna lungo il tracciato che ha reso necessario un prolungato intervento di Vigili del Fuoco, Forestale e Protezione Civile. Tutti i concorrenti che hanno preso il via delle ricognizioni sono ammessi alla gara.
Il miglior riscontro sugli 11,8 Km di tracciato che unisce Cefalù al Santuario di Gibilmanna, lo ha ottenuto Ciro Barbaccia al volante della Stenger BMW di 4° Raggruppamento in 7’27″49. Sempre in 4° Raggruppamento secondo miglior riscontro per il pisano e leader tricolore Piero Lottini sulla Osella PA 9/90 BMW.

Ha prenotato un ruolo di primo piano in 3° Raggruppamento il messinese Salvatore Caristi sulla Fiat 128 in versioe silhouette, con cui ha fatto registrare il terzo tempo in ordine generale. La sfida di vertice di categoria, si profila con le Porsche 911 di Antonio Di Lorenzo, Mauro Lombardo e Claudio La Franca. Ottime prove anche per Angelo Diana sulla BMW M3 di 4° Raggruppamento.

Domenico Guagliardo è stato il miglior interprete del percorso di 2° Raggruppamento con la Porsche 911, con la quale ha fatto registrare il 5° tempo in ordine assoluto. Pronti alla sfida per il podio anche Raffaele Picciurro e Giampiero Spinnato, entrambi sulle Porsche.
Per il 1° Raggruppamento in prova Antonio Piazza ha fatto la voce grossa, ma in gara sarà certo l’attacco del giovane Pierluigi Fullone, entrambi con le BMW 2002.
Tra le auto moderne svetta il tempo di 7’33″69 fatto registrare dal pilota di Termini Imerese Antonino Rotolo sulla Gloria CP08, la prototipo monoposto con motore motociclistico, ma si candidano alle posizioni di vertice anche il madonita di Collesano Filippo Vara al volante della Renault Clio Super 1600 ed il nisseno Rino Giacani sulla Elia Avrio, biposto spinta da motore motociclistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *